Cattedrale di Nostra Signora: La Frauenkirche di Monaco

Frauenkirche München, Foto: muenchen.de/ Michael Hofmann
Foto: muenchen.de/ Michael Hofmann

La chiesa di Monaco: Il punto di riferimento più famoso della città

La Cattedrale di Nostra Signora (Frauenkirche) è la chiesa più famosa di Monaco e le sue due torri sono un punto di riferimento inconfondibile. Qui trovate tutto quello che c'è da sapere sulla Frauenkirche.

Una panoramica delle cose da sapere sulla Frauenkirche

  • La Cattedrale di Nostra Signora di Monaco è una chiesa tardo gotica del XV secolo.
  • Le sue due caratteristiche torri misurano poco meno di 100 metri.
  • La torre sud è aperta ai visitatori e offre una vista su tutta la città.
  • La chiesa è aperta al pubblico anche all'interno (al di fuori delle funzioni religiose).
  • I punti di maggior interesse per i visitatori includono il monumento di Wittelsbach, la cripta del vescovo e il cosiddetto "Passo del Diavolo".

Le torri della Frauenkirche, simbolo della città

Türme der Frauenkirche, Foto: Katy Spichal
Foto: Katy Spichal

Le torri della Frauenkirche sono da secoli il simbolo della città di Monaco. Tuttavia, le loro caratteristiche cupole a cipolla, le cosiddette "Welschen Hauben", furono installate solo 36 anni dopo il completamento della chiesa.

Torre sud:

  • La torre sud è aperta ai visitatori (anche se attualmente è chiusa per lavori in corso).
  • Si può salire facilmente con l'ascensore.
  • Misura ben 98,45 metri.
  • Ci sono sette enormi campane che suonano.

Torre nord:

  • Con un'altezza di 98,57 metri, la torre nord è leggermente più alta.
  • Tre campane sono appese nella torre.
  • Dentro si trova il tapis roulant medievale che risale all'epoca della costruzione della torre.

Arrivare alla Frauenkirche non è difficile da qualsiasi punto di Monaco. Si può prendere qualsiasi treno S-bahn (linee S1 a S8) dalla stazione centrale di Monaco a Marienplatz o arrivare con la U-Bahn (linee U3 e U6), e fare una breve passeggiata per raggiungere questo edificio monumentale.

L'architettura gotica della Frauenkirche

Blick in das Hauptschiff, Foto: Katy Spichal
Foto: Katy Spichal

La Frauenkirche è una chiesa tardo gotica a tre navate. La navata è lunga 109 metri, larga 40 metri e alta 37 metri e può ospitare 20.000 persone.

Un segno tipico dello stile gotico sono i pilastri che si stagliano verso l'alto all'interno della chiesa. I pilastri bianchi e le leggere nervature della volta, insieme alle finestre di vetro colorato, creano un'impressione luminosa e aperta.

Decorazione degli interni e opere d'arte

Die Automatenuhr, links das Epitaph, rechts der Auferstehungsaltar in der Sebastianskapelle, Foto: Katy Spichal
Foto: Katy Spichal

La decorazione interna della chiesa è semplice rispetto ad altri edifici gotici. La zona dell'altare è coronata da dodici rilievi della vita della Madre di Dio e dalla statua esposta di Maria Immacolata. I dipinti si limitano a raffigurazioni di Maria con il Bambino e Gesù, come l'Uomo dei Dolori con le Ferite.

Inoltre, all'interno della cattedrale si possono ammirare molte cappelle laterali variamente decorate, altari, sculture ed epitaffi, e un orologio automatico del XVI secolo.

Monumento di Wittelsbach e cripta del vescovo

Das Kenotaph, Foto: Katy Spichal
Foto: Katy Spichal

Il magnifico monumento al grande Wittelsbach è difficile da mancare ed è riccamente decorato con figure e simboli in bronzo. Una grande corona imperiale in cima all'ostensione commemora la dignità imperiale di Ludovico il Bavaro.

Sotto la cattedrale si trova la cripta del vescovo. Alcuni membri della nobile casa di Wittelsbach, ma anche gli arcivescovi di Monaco e Frisinga, sono sepolti lì.

La leggenda dell'impronta del diavolo

Der Teufelstritt, Foto: Katy Spichal
Foto: Katy Spichal

Secondo la leggenda, la famosa impronta nell'ingresso fu lasciata dal diavolo in persona. Il mastro costruttore sfidò il diavolo promettendogli l'anima, scommettendo che sarebbe riuscito a costruire la chiesa senza finestre. Al suo ritorno, il diavolo sulle prime non riuscì a vedere le finestre, poiché erano coperte dalle colonne. Esaltato della (presunta) ignoranza del costruttore, il diavolo si alzò pestando i piedi e lasciò così la sua impronta sul pavimento.

Ma quando il diavolo fece un altro passo avanti, scoprì le finestre e sentì di essere stato ingannato. Con rabbia, si trasformò in vento per distruggere l'edificio. Probabilmente il diavolo ci sta ancora provando, perché vicino alla cattedrale o all'entrata, si tende a sentire una leggera brezza.

Video: Un tour della Frauenkirche a Monaco di Baviera

Scopri di più su Monaco

X

CORONAVIRUS: DIE AUSWIRKUNGEN AUF MÜNCHEN

Alle Infos
Top